ORIOLO

Romagna
Denominazione di origine protetta
Sangiovese Oriolo

È il vino che esprime con maggiore purezza l’identità territoriale del sangiovese di Oriolo, la piccola sottozona (MGA) che è attorno alla Torre di Oriolo, nelle prime colline tra Faenza e Forlì, nel cuore della Romagna.
Un vino che sfuma un frutto austero e fragrante sulle note floreali, che in bocca trova grazia e il sale tipico di questo territorio. Eleganza e freschezza sono le sue caratteristiche principali e la complessità è tutta nelle sfumature di profumi sempre delicati.
Un vino raffinato e di grande equilibrio.

 

DOC
Denominazione: Romagna Sangiovese Oriolo
Sottozona: Oriolo
Località di produzione: Castiglione di Forlì
Tenore alcoolico: 13% vol
Base ampelografica: Sangiovese in purezza, uvaggio di cloni Romagnoli (ad acino grosso)
Tipo di suolo: sabbie gialle (molasse del messiniano) e argille rosse

Altitudine: 70m slm
Esposizione:
nord
Pendenza: 5%
Numero di piante per ettaro: 6250
Forma di allevamento: Candelabro (6 gemme produttive per pianta)
Produttività: 800g per pianta
Tipo di raccolta: manuale
Tipo di agricoltura: integrata, a basso impatto ambientale con impiego di concimi organici

Epoca di raccolta: terza decade di settembre
Vinificazione: fermentazione in acciaio a temperatura controllata e macerazione media di 25 giorni
Affinamento: 9 mesi in acciaio e almeno 6 in bottiglia
Formati di bottiglia disponibili: 0,75 litri